Il Rapporto sulla certificazione energetica degli edifici ENEA CTI

22 settembre 2023
Angela Sanchini

La quarta edizione del Rapporto sulla Certificazione Energetica degli Edifici 2023, realizzato da ENEA e CTI (Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente), analizza le certificazioni pervenute a SIAPE da 17 Regioni e 2 Province autonome nel 2022.

In questa edizione vengono approfonditi strumenti e metodi per il miglioramento della qualità degli  Attestati di Prestazione Energetica (APE).
In particolare sono stati approfondite:

  • tematiche relative alle metodologie per il controllo obbligatorio a campione
  • una proposta metodologica per l’analisi e controllo preventivo degli APE prima della loro immissione nei catasti regionali;
  • l’implementazione del Catasto Energetico Unico (CEU) regionale;
  • lo stato dell’arte degli Edifici a Energia Quasi Zero (Nearly Zero-Energy Buildings – NZEBs);
  • il processo di digitalizzazione degli APE
  • il ruolo del Portale Nazionale per la Prestazione Energetica degli Edifici (PnPE2) e delle altre applicazioni informatiche predisposte da ENEA
  • le possibili novità che potranno esse introdotte dalla nuova direttiva europea (EPBD) di imminente approvazione.

Migliorano ancora e in maniera significativa le prestazioni energetiche del parco edilizio nazionale certificato. Il report evidenzia una diminuzione percentuale degli immobili nelle classi energetiche peggiori F e G (-3,7%), a fronte di uno speculare aumento di quelli nelle classi più performanti A4-B (+3,7%). Tuttavia, la distribuzione per classe energetica conferma che circa il 55% dei casi censiti sono caratterizzati da prestazioni energetiche basse (classi F-G). 
In particolare, la quota più consistente di attestati è stata emessa dalla regione Lombardia (20,5%), seguita da Lazio (9,6%) e Veneto (8,4%).

Gli APE collegati a passaggi di proprietà e locazioni risultano in lieve flessione, pur continuando a rappresentare oltre l’80% del campione analizzato. Aumentano in percentuale le riqualificazioni energetiche e le ristrutturazioni profonde, che rappresentano rispettivamente il 5,7% e il 4,1% degli APE emessi nel 2022 (+1,5% per entrambe rispetto al 2021); stati oltre 17 mila gli APE registrati nel SIAPE nella categoria Edifici a energia quasi zero (NZEB - Nearly Zero-Energy Buildings) tra il 2015 e il 2022.

La registrazione integrale e le presentazioni tenute nel corso dell’evento sono disponibili al seguente link:
https://www.eventi.enea.it/tutti-gli-eventi-enea/presentazione-del-iv-rapporto-sulla-certificazione-energetica-degli-edifici-2023.html

 

CertificazioneEnergeticaEdifici2023
CertificazioneEnergeticaEdifici2023